Come si realizza una campagna pubblicitaria continuativa? Quando è importante scommettere su questa tecnica per promuovere la nostra azienda sul web, sui social o addirittura in tv? Proverò a spiegarvelo con un esempio

Come produrre una campagna pubblicitaria e poterla ottimizzare per la nostra azienda? Che sia una piccola o media impresa o una grande multinazionale, la realtà che stiamo gestendo necessita di una campagna pubblicitaria efficacie e produttiva, perché in entrambi i casi ne va del nostro lavoro a fine mese. Ma quale strada scegliere?

Oggi proverò a svelarvi un piccolo metodo per riuscire ad interpretare come le grandi realtà internazionali affrontano il primo importante processo decisionale per programmare la loro campagna pubblicitaria televisiva, web o social che sia. Non è importante il canale su cui andremo a parlare, poiché ricordate sempre che il canale su cui desiderate promuovervi non è legato all’età ma al target sociale e mentale. La  solita battuta “promuovo sul social perché ci sono i giovani” mettetela nel cassetto e continuate la lettura…

La tv è sempre stata la mamma di tutti e lo sarà ancora per tantissimi anni. Cambierà volto, dimensione o magari modalità di utilizzo, ma rimarrà sempre una grande compagna nei tempi a venire, non datela per morta qui a breve, scommettereste male e perdereste un sacco di soldi. La tv tutt’oggi è un mezzo fondamentale per fare comunicazione, soprattutto per chi vuole ottenere  risultati immediati ed in poco tempo, il problema è che costa un casino. Fare uno spot in tv ha un prezzo molto elevato, ma la sua immediatezza nel comunicare il messaggio è ancora ai massimi vertici.

La tv nella sua apparente immortalità ci ha regalato la possibilità di studiare alcune tecniche persuasive pubblicitarie che nel tempo si sono raffinate ed oggi possiamo apprenderle nella loro essenzialità e riportarle nel nostro piccolo, o grande che sia. La tecnica di cui vorrei parlarvi è la comunicazione pubblicitaria continuativa, che in altri termini definiremmo ” insistere per educare” , un po come da piccoli i nostri genitori ci ripetevano sempre le stesse cose, ma alla fine, nel momento del bisogno, quelle paroline tornavano a galla.

Partiamo da una domanda semplice: quante volte avete acceso la vostra TV ed avete visto e rivisto e ri-rivisto la stessa pubblicità nell’arco di poche ore ? A volte alcuni brand scelgono una strategia martellante ed insistente per inculcare un messaggio.
E’ una tecnica che è stata quasi un diktat della comunicazione fino alla fine degli anni 80, Infatti erano pubblicità ripetute ed identiche, dove il jngle era d’obbligo ed era spesso sostenuto da una frase ad effetto, spesso in rima definita Slogan. Vi torna in mente qualche ricordo? Ai più giovani magari no, ma adesso arriviamo anche a voi. Vi faccio un esempio:

Questa tecnica ha due obiettivi principali: Colpire in qualsiasi ora del giorni il più grande numero di persone, e con se il più grande target possibile, ma soprattutto far entrare dentro le vostre teste un motivetto, una frase fatta che possa diventare  per voi una regola incisa nella vostra coscienza, nella vostra mente quasi ad essere.. la cosa giusta: Ava come lava!

Immaginatevi per capirci meglio, che l’intera giornata di palinsesto televisivo sia come un intera grande città. Immaginate ora che nelle diverse zone della città (orari) vivano diverse fasce di età, nella zona più ricca ci saranno le persone adulte ed anziane e nelle zone più scomode e tarde vivranno i giovani. Per poterli raggiungere tutti con dei cartelli pubblicitari stradali dobbiamo addobbare ogni angolo di città nella speranza che ad un orario ed a uno spostamento di ognuno, si possa incappare nel nostro messaggio. Forse lo notate anche voi passando con l’auto lungo una strada qualsiasi  l’efficacia del cartello stesso. Spesso riporta poche informazioni, magari sconti o aperture o chiusure o offerte eccezionali, e mentre passate, il messaggio è martellante.

L’efficacia infatti di questa strategia pubblicitaria stà nel essere capace di presenziare ovunque, costantemente e persuasivamente, quasi ossessivamente. Ripetere sempre lo stesso messaggio fino all’esaurimento, diventando così più di una pubblicità, diventando un tormentone forzato.

Un esempio attualissimo di questa strategia, e qui forse i più giovani e non solo si sveglieranno dal torpore, è “Poltrone Sofà gli artigiani della qualità

Con tutta franchezza possiamo ammetterlo che il messaggio di questa azienda ha davvero stancato, non vi è nulla di naturale ne tanto meno originale nel loro spot dopo anni di messa in onda, eppure continuano imperterriti nel loro credo. Hanno anche creato dei veri e propri personaggi artigiani che ora, sono i promoter ufficiali aziendali durante le aperture dei centri vendita. Chissà se verranno contattati anche per qualche serata in Disco..

A parte battute, in Poltrone Sofà non si sono rincretiniti e sanno bene il valore di questa tecnica commerciale. Insistere per educare. Continuano a cavalcare il loro metodo e messaggio con l’intento di sfruttare anche la minima goccia di efficacia, nel mentre